Nasce Jundo, la Netfix dei fumetti

AGI – La digitalizzazione dell’editoria è un fenomeno sempre più pervasivo e riguarda anche i fumetti. In quest’ottica nasce Jundo, la piattaforma digitale italiana per la lettura di fumetti online sia italiani sia internazionali, prodotti da giovani autori e autrici.  

Una startup creata nel 2020 da un team di 14 ragazzi under 30 – grazie alla vittoria del bando della Regione Lazio “Fondo per le startup culturali e creative” – con l’obiettivo di espandere l’orizzonte del fumetto, permettendo agli autori emergenti di arrivare sul mercato, evitando le difficoltà legate all’autoproduzione e alla distribuzione.

Jundo consente di fruire sia di contenuti originali realizzati da artisti emergenti sia di opere straniere finora inedite in Italia. La piattaforma digitale è accessibile da qualunque dispositivo con un abbonamento mensile di 1,99 euro (con una settimana di prova gratuita per leggere tutto il catalogo). Inoltre, dalla stessa piattaforma, tramite lo shop integrato è attualmente possibile – fino al 1 novembre – pre-ordinare i primi 9 Original (di cui il 100% va all’autore) e dal 15 novembre inizierà la vendita effettiva. In futuro, sarà possibile acquistare anche le opere di diverse delle realtà partner.

Jundo nasce con l’obiettivo di abbattere l’eterno conflitto tra digitale e cartaceo, dando la possibilità agli artisti stessi di proporre le proprie opere nei due formati. Tramite sito e app, il lettore avrà inoltre la possibilità di leggere gratuitamente il primo capitolo di ogni opera. Inoltre, in virtù della visualizzazione digitale, ogni opera è progettata per una fruizione ottimale su smartphone/tablet/pc: i testi sono più grandi e i profili colore sono scelti ad hoc. In stampa queste caratteristiche vengono riadattate per il formato cartaceo, creando un’esperienza diversa nei due formati e portando al massimo dell’ottimizzazione le due versioni.

“La scuola italiana del fumetto è un riferimento a livello internazionale, siamo riconosciuti in tutto il mondo ma c’è una stagnazione generalizzata: opere

Continua a leggere – Fonte dell’articolo

 

Messaggi simili:

    None Found

Torna in alto