Notizie

Quadro di Picasso venduto per 103 milioni di dollari a New York

AGI – Il quadro di Pablo Picasso “La donna seduta vicino a una finestra (Marie-Therese)” è stato venduto all’asta da Christie’s a New York per 103,4 milioni di dollari (85 milioni di euro). Lo ha reso noto la casa d’aste. Il quadro, terminato nel 1932, ha per protagonista Marie-Thérèse, la giovane donna definita come la musa e l’amante dal pittore spagnolo. Il quadro era stato acquistato solo otto anni fa per 44,8 milioni di dollari, meno della metà del prezzo a cui è stato ora rivenduto.  Picasso trascorse la seconda parte della sua vita in Francia dove durante il matrimonio tumultuoso con Olga Khokhlova, iniziò la relazione con …

Quadro di Picasso venduto per 103 milioni di dollari a New York Leggi di più »

I 100 anni  di Joseph Beyus, Napoli ricorda il grande artista

AGI – L’ambiente e la natura. L’arte come impegno anche nel sociale. L’amore per l’Italia. La passione per la sperimentazione. Il dialogo costante anche con chi rappresentava artisticamente la sua naturale antitesi, come Andy Warhol. Joseph Beyus (12 maggio 1921- 23 gennaio 1986) è stato pittore, scultore, performance artist, docente e molto altro, tanto da essere definito da alcuni critici l’artista sciamano. L’omaggio all’artista in Italia Nel centenario della nascita di una delle personalità che più hanno segnato l’arte moderna e contemporanea, la rete di istituzioni culturali tedesche e italo-tedesche nel mondo, tra cui il Goethe-Institut, ha organizzato manifestazioni in molti paesi. In Italia, di concerto con l’Ambasciata tedesca e altre realtà istituzionali e …

I 100 anni  di Joseph Beyus, Napoli ricorda il grande artista Leggi di più »

Asta record per Basquiat, ‘In this Case’ venduto per 93 milioni di dollari

AGI –  Asta da record per il pittore afro-americano Jean-Michel Basquiat: il suo dipinto “In This Case” è stato venduto per 93,1 milioni di dollari, quasi il doppio rispetto alla base di 50 milioni stabilita da Christie’s. Per i critici d’arte il fatto che un’opera di Basquiat abbia raggiunto tale prezzo è sintomatico del crescente apprezzamento nei confronti del pittore statunitense di origine haitiana e portoricana – tra i massimi esponenti del graffitismo americano assieme a Keith Haring – morto a New York nel 1988, a soli 28 anni. L’andamento del prezzo della stessa tela risalente al 1983 – raffigura un …

Asta record per Basquiat, ‘In this Case’ venduto per 93 milioni di dollari Leggi di più »

Per Muti alla Scala un “bentornato” con il bis “della speranza” nella casa di Toscanini

AGI – Già dal suo arrivo sul podio del Teatro alla Scala di Milano, prima ancora di esibirsi, Riccardo Muti, è stato salutato con quel calore che si riserva a chi qui è di casa: “bentornato maestro” si è sentito più volte (d’altra parte Muti è stato direttore della Scala dal 1986 al 2005). E poi applausi e applausi. Lui ha apprezzato e prima di un significativo bis “di speranza”, come lo ha definito, si è rivolto al pubblico in sala per dire che ha “ancora nel cuore” quando l’11 maggio del 1996 celebrò il “50 esimo anniversario dalla riapertura della …

Per Muti alla Scala un “bentornato” con il bis “della speranza” nella casa di Toscanini Leggi di più »

David Donatello, trionfa ‘Volevo nascondermi’. Loren migliore attrice

AGI – Con la cerimonia dei David di Donatello 2021, la 66esima edizione degli Oscar del cinema italiano, condotta da Carlo Conti è ripartita ufficialmente la stagione della settima arte, nella speranza che sia quella del definitivo addio alla pandemia. Un’edizione che ha visto il trionfo di ‘Volevo nascondermi’ di Giorgio Diritti (sette premi, tra cui miglior film, regia e attore protagonista, Elio Germano), ma anche quello di Sophia Loren che dopo oltre 60 anni vince un David come attrice protagonista e, a sorpresa, di Checco Zalone che si è preso il lusso di battere Laura Pausini per la miglior canzone. Trionfa ‘Volevo nascondermi’ di Diritti Il film di Giorgio Diritti su Ligabue vince …

David Donatello, trionfa ‘Volevo nascondermi’. Loren migliore attrice Leggi di più »

Al Colosseo saranno rappresentati spettacoli di dramma antico

AGI – “Quando avremo finito i lavori nell’arena del Colosseo potremo fare cose di altissimo livello come ad esempio spettacoli di dramma antico“. Lo ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, intervistato in occasione delle giornate per il Fai.  “I lavori che abbiamo finanziato e saranno completati secondo i programmi nel 2023 – ha aggiunto – anche se sono stati oggetto di polemiche, ci consentiranno di di veder il Colosseo dal centro, di vedere i sotterranei come tali, e contemporaneamente ci consentirà di fare qualcosa di altissimo livello come ad esempio il dramma antico”. Il ministro ha annunciato di stare per firmare un …

Al Colosseo saranno rappresentati spettacoli di dramma antico Leggi di più »

L’ossessione per l’acqua di colonia avrebbe ucciso Napoleone

AGI – Napoleone Bonaparte potrebbe essere stato ucciso dalla sua estrema ossessione per l’acqua di colonia. E’ l’ipotesi lanciata dallo scienziato Parvez Haris, dell’Università De Montfort di Leicester, secondo il quale l’eroe della Rivoluzione francese e il due volte Imperatore di Francia sarebbe stato avvelenato dagli oli essenziali contenuti nel suo amato profumo. Napoleone morì il 5 maggio 1821 sull’isola di Sant’Elena, dove era stato in esilio per sei anni dopo la sua resa. Ufficialmente la causa della sua morte è stata indicata in un cancro allo stomaco, ma nel tempo si sono accumulate varie teorie, tra cui l’avvelenamento. C’è anche chi ha addirittura suggerito …

L’ossessione per l’acqua di colonia avrebbe ucciso Napoleone Leggi di più »

Come Napoleone è diventato un’icona pop

AGI – Duecento anni dopo la morte di Napoleone, non si contano i film, i romanzi, gli spettacoli teatrali, le canzoni, le pubblicità, i cartoni animati e i videogiochi che hanno come protagonista il grande condottiero. Se Bonaparte è diventato un’icona pop così indelebile e perché lo fu già in vita. E il merito fu degli arcinemici inglesi che lo trasformarono in caricatura. L’iconografia del generale corso, più che del quadro di Jacques-Louis David che lo mostra mentre valica il Gran San Bernardo a cavallo, è debitrice delle innumerevoli pubblicazioni satiriche nei quali gli illustratori albionici, da James Gillray a George Cruikshank, lo ritraevano come un …

Come Napoleone è diventato un’icona pop Leggi di più »

In mostra a Milano 90 capolavori del museo di San Pietroburgo 

AGI  – Il Palazzo reale di Milano celebra il Primo maggio ricordando il lavoro femminile e la condizione della donna. La mostra ‘Divine e Avanguardie’ (prenotazione obbligatoria solo per sabato domenica e festivi) è un carrellata nei secoli sulla condizione della donna in Russia. L’esposizione, in cui sono esposti circa 90 capolavori del Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, in larga parte mai esposti prima d’ora in Italia, “restituisce – spiegano i curatori – certo un’idea dell’arte russa dei secoli XIV-XX ma anche il ruolo fondamentale delle donne in questo Paese”.  Anche il mondo del lavoro al femminile è ampiamente rappresentato con opere iconiche come l’Operaia …

In mostra a Milano 90 capolavori del museo di San Pietroburgo  Leggi di più »

Nei vigneti dell’Amarone una villa romana con i suoi mosaici

AGI Hanno fatto il giro del mondo le immagini dei mosaici romani spuntati nel maggio dello scorso anno tra i vigneti dell’Amarone, in Valpolicella (Verona). E già quelli sarebbero bastati a rendere la scoperta eccezionale. A renderla davvero straordinaria sono ora alcuni nuovi elementi, tra cui il fatto che la villa che sta emergendo sembra essere molto più grande di quanto inizialmente immaginato. Lo scavo, che oggi misura circa 80 metri per 35, ha infatti consentito di scoprire meno della metà del complesso risalente indicativamente alla fine del III secolo, inizio del IV dopo Cristo. La domus emerse dagli scavi …

Nei vigneti dell’Amarone una villa romana con i suoi mosaici Leggi di più »

Torna su