Berlusconi ricoverato, FI compatta attorno al suo leader

AGI – Divisa tra chi non vuole essere al traino della Lega e chi, invece, vede nel ‘Capitano’ Salvini il prossimo leader del centrodestra; attraversata da fibrillazioni interne nei gruppi parlamentari, a volte spaccata sulla direzione da intraprendere, descritta in diverse situazioni come vicina al governo o addirittura incline ad entrare nella maggioranza: Forza Italia non sempre negli ultimi tempi ha dato prova di unità ma ora, con Berlusconi di nuovo ricoverato in ospedale, torna a ricompattarsi.

L’ultima volta che l’ex presidente del Consiglio fu al San Raffaele in ogni caso c’è chi invitò a guardare avanti, a considerare la possibilità di un comitato di reggenza. Altri misero in discussione la leadership, criticandone la linea ed auspicando dei cambiamenti al vertice. Questa volta no.

Nessuno, anche nelle chat, riferiscono fonti parlamentari, si pone la questione del destino di Forza Italia, di cosa succederà dopo il 21 settembre. L’invito rivolto dai dirigenti ad ognuno nel partito è quello di sopperire l’assenza del Cavaliere dispiaciuto per non poter fare per ora campagna elettorale.

“Ognuno dovrà dare il suo contributo”, il ‘refrain’. Certo c’è disorientamento, spiegano fonti parlamentari azzurre, in pochissimi hanno accesso alle notizie riguardo alla salute dell’ex presidente del Consiglio, ma in questo momento il futuro del partito passa in secondo piano.

Nei giorni scorsi c’è stato chi – come confermano diversi ‘big’ – ha invitato il Cavaliere a pensare ad una riorganizzazione interna, soprattutto qualora il partito non dovesse raggiungere buoni risultati alle urne.

Ma la notizia della positività al Coronavirus di Berlusconi e il suo ricovero in ospedale hanno messo a tacere ogni tipo di richieste di questo tipo. E così il partito si ritrova compatto. Anche a reagire alle parole dell’imprenditore De Benedetti che augurandosi la pronta guarigione dell’ex premier lo ha comunque definito imbroglione spiegando di non aver affatto cambiare idea. 

In questi

Continua a leggere – Fonte dell’articolo

 

Messaggi simili:

Torna su