Torna a splendere Villa Episcopio a Ravello, fu residenza del Re e di Jacqueline Kennedy

AGI – A Ravello via i ponteggi dalle facciate di Villa Episcopio, residenza di Vittorio Emanuele III nel 1944 e di Jacqueline Kennedy nell’estate del 1962. L’antico palazzo, sede vescovile dal 1086, ora di proprietà della Regione Campania, sta recuperando il suo splendore dopo importanti lavori di consolidamento e restauro.

In futuro, sarà sede di un centro di formazione e perfezionamento per giovani musicisti. Il nucleo dell’edificio, con vista mozzafiato sul golfo di Salerno, viene costruito a partire del X secolo, e l’intera struttura oggi si sviluppa su sei livelli per totali 1600 metri quadrati di ambienti interni, oltre alle meravigliose terrazze panoramiche.

È durato 22 mesi il primo intervento strutturale, con il rifacimento delle murature esterne deteriorate dal tempo. Lavoro che ha assorbito risorse per 1,7 milioni di euro. Maestranze e restauratori  sotto la sorveglianza della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino hanno riportato il palazzo all’antico splendore, utilizzando una speciale malta a base di calce con colorazione derivante da prodotti naturali.

torna splendere villa episcopio ravello residenza re e kennedy
Villa Episcopio, Ravello

Anche il rifacimento dei tetti ha visto il recupero di strutture ed elementi preesistenti: dalle tegole con i coppi in terracotta ai sostegni di grosse travi in legno di castagno, trovati in discreto stato di conservazione e opportunamente restaurate. Il cantiere resta aperto: l’ultima parte dell’intervento dovrà ora interessare gli ambienti interni, con gli adeguamenti e la realizzazione degli impianti, compresi moderni ascensori.

Villa Episcopio fu la residenza vescovile di Ravello dal 1086 fino al 1818. Il 26 maggio 1880 ospitò Richard Wagner che a Ravello trovò l’ispirazione per il secondo atto del Parsifal nei giardini di Villa Rufolo. Qui André Gide scrisse “L’immoraliste”, mentre Edward M. Forster ci ha ambientato il racconto “Story of a panic”.

Continua a leggere – Fonte dell’articolo

 

Messaggi simili:

    None Found

Torna in alto