L’ictus ferma la mano sinistra di Keith Jarrett : “Non sono più un pianista”

AGI – Keith Jarrett probabilmente non suonera’ piu’ in pubblico. Un ictus lo colpi’ a febbraio del 2018 e un altro a maggio dello stesso anno. A rivelarlo e’ il grande pianista jazz, interprete autorevole anche di musica classica, amatissimo in Italia, in una intervista al New York Times. “Ero paralizzato – ha detto, lasciandosi intervistare dal critico Nate Chinen al telefono mentre lui si trovava in una casa nel New Jersey – la mia parte sinistra era parzialmente paralizzata. Ero in grado di camminare servendomi di un bastone, me c’e’ voluto troppo tempo, oltre un anno. Non so – ha aggiunto – cosa ne sara’ di me in futuro. Non sento di essere un pianista. E’ tutto cio’ che riesco a dire”.

L’ultima volta di Jarrett in pubblico fu alla Carnegie Hall nel 2017, diverse settimane dopo l’elezione di Donald Trump, che lascio’ in lui molta amarezza, tanto da parlane alla platea durante quella esibizione. L’autore di ‘Koln Concert’ sarebbe dovuto tornare nella stessa sala a marzo dell’anno successivo ma il concerto venne annullato, insieme alle altre date della tournèe.

In quell’occasione la sua casa discografica, l’Ecm fondata da Manfred Eicher, si limitò a indicare in modo generico che all’origine delle cancellazioni vi erano ragioni di salute. Nell’intervista intitolata in modo significativo “Keith Jarrett fa i conti con un futuro senza pianoforte”, l’artista – a capo di indimenticabili trio, come quello storico con il bassista Gary Peacock e il batterista Jack DeJohnette, in album come “Standards Trio 1” e altri – ha raccontato di non aver realizzato quanto grave fosse stato il primo ictus.

Poi cominciarono a emergere altri sintomi, che lo convinsero a ricoverarsi in ospedale. Dimesso, il secondo ictus lo colse in casa. Da luglio del 2018 allo scorso mese di maggio Jarrett si e’ limitato a suonare al piano in casa, utilizzando solo la mano destra, ma con risultati per lui non esaltanti. “Pretendevo di essere Bach con una mano sola – ha detto – ma mi rendevo conto

Continua a leggere – Fonte dell’articolo

 

Messaggi simili:

Torna su