Mediazione sul ‘fascicolo’ toghe e separazione delle funzioni

AGI – Oggi il primo ‘step’, domani il secondo. Incontro di maggioranza questa mattina per sciogliere i nodi sulla riforma del Csm. Ad un certo punto della riunione, racconta chi era presente, è intervenuto un esponente dell’Avvocatura dello Stato espressione del Dagl che ha cercato di porre dei dubbi sul fatto che lo stop alle porte girevoli tra politica e toghe non debba riguardare anche la magistratura amministrativa e contabile.

Il tema è stato rinviato a nuovi approfondimenti, ma la maggioranza è stata compatta – riferiscono le stesse fonti – a sottolineare che i ‘paletti’ debbano riguardare tutti. Passi avanti anche sull’introduzione dei voti degli avvocati nei consigli giudiziari mentre sul nodo più controverso – quello del sistema di voto – si è deciso di rinviare la discussione a domani.

Sulla riforma del Csm il tentativo in atto è comunque quello di sminare il terreno. Ed evitare anche che l’esecutivo blindi in Parlamento l’emendamento che ha avuto già il via libera del Csm. Da domani si comincerà a votare in Commissione Giustizia alla Camera sui punti sui quali si è già raggiunto un’intesa ma il clima – è il parere di molti presenti alla riunione – è diventato maggiormente collaborativo.

Uno dei temi in discussione è quello della separazione delle funzioni. Nei giorni scorsi la Guardasigilli aveva predicato cautela, sottolineando la necessità di essere prudenti, perché la materia viene affrontata dai quesiti referendari. E anche la Lega aveva posto il problema. Il ministro, secondo quanto viene riferito da fonti parlamentari, oggi ha aperto alla possibilità di intervenire. Spiegando che intervenendo non si va a toccare l’oggetto del referendum che su questo punto prevede che non ci sia alcun passaggio dalla funzione di giudice a quella di Pm e viceversa. Al momento questa possibilità è prevista quattro volte.

La riforma Cartabia ricalca l’impianto Bonafede

Continua a leggere – Fonte dell’articolo

 

Messaggi simili:

    None Found

Torna in alto